Regione Lombardia

Riscopriamo l’autore: Mario Rigoni Stern in biblioteca

Pubblicato il 13 dicembre 2019 • Cultura Via Agnese Pasta, 43, 20066 Melzo MI, Italia

L’Associazione La Clessidra in collaborazione con la Biblioteca Vittorio Sereni Melzo presenta

RISCOPRIAMO L’AUTORE
Mario Rigoni Stern (1921 – 2008) è stato un militare e scrittore italiano. Il suo romanzo più noto è Il sergente nella neve (1953), un'autobiografia della ritirata di Russia. Figlio di commercianti, trascorse l'infanzia tra i pastori e la gente di montagna dell'altopiano. Studiò fino alla terza avviamento professionale per poi lavorare presso la bottega di famiglia.
Nel 1938 si arruolò volontario alla scuola centrale militare di alpinismo di Aosta. In seguito combatté come alpino in Francia, in Albania e Russia. Gli indottrinamenti del regime fascista e le illusioni giovanili di Rigoni cadranno durante la disfatta e la disastrosa ritirata degli alpini dalla Russia.
Fatto prigioniero dai tedeschi dopo la firma dell'armistizio, rifiutò di aderire alla Repubblica sociale di Mussolini e fu deportato in un campo di concentramento a Hohenstein, in Prussia orientale. Dopo la liberazione del campo rientrò a casa a piedi attraversando le Alpi, dopo due anni di prigionia, il 5 maggio 1945.
Finita la guerra Rigoni Stern ritorna ad Asiago, dove ha vissuto fino alla morte nella casa da lui stesso costruita. Nel 1946 si sposa con Anna dalla quale avrà tre figli. Viene assunto presso l'ufficio imposte del catasto del suo stesso comune; manterrà questo impiego fino al 1970 quando lo lascerà per ragioni di salute. Da quel momento si dedicherà appieno all'attività di scrittore.
Esordisce come scrittore nel 1953, con il libro autobiografico Il sergente nella neve, in cui racconta la sua esperienza di sergente degli alpini nella disastrosa ritirata di Russia durante la seconda guerra mondiale.
Sul finire degli anni sessanta scrive il soggetto e collabora alla sceneggiatura de I recuperanti, film per la televisione del 1970 girato da Ermanno Olmi sulle vicende delle genti dell'altipiano. Successivamente pubblica altri romanzi nella sua terra natale e ispirati a grande rispetto, amore per la natura e alla sua passione venatoria. Sono questi i temi dei libri Il bosco degli urogalli (1962) e Uomini, boschi e api (1980).
Per le sue opere gli sono stati attribuiti numerosi premi letterari nazionali, tra i quali i premi Campiello, Feltrinelli, Chiara e Flaiano.
Nel 1999 gira con Marco Paolini un film-dialogo, Ritratti: Mario Rigoni Stern. Nel film Rigoni Stern racconta la sua esperienza di vita, la guerra, il lager, ma anche il rapporto con la montagna e la natura.
Nel novembre del 2007 gli viene diagnosticato un tumore al cervello. Morì il 16 giugno 2008.

Trovi i suoi libri al 2. piano sullo scaffale 19B
oppure cerca per autore sul catalogo on line e prenotali.