Regione Lombardia

Obbligo del taglio di rami ed alberi interferenti con la sede ferroviaria

Pubblicato il 15 luglio 2020 • Ambiente

In considerazione dei gravi effetti che la caduta di vegetazione, presente su aree non RFI adiacenti le linee ferroviarie, ha avuto sul servizio ferroviario in occasione degli eccezionali fenomeni meteorologici accaduti, nonché del rischio di incendio e degli analoghi eventi verificatosi anche in passato, si comunica che è stata emessa in data 15.07.2020 opportuna Ordinanza Sindacale n. 19 con l’imposizione di obbligo a carico dei privati confinanti con la sede ferroviaria del taglio di rami ed alberi che possano, in caso di caduta, interferire con l’infrastruttura creando possibile pericolo per la pubblica incolumità ed interruzione di pubblico esercizio.

Quanto sopra nel rispetto del D.P.R. 753/80, art. 52 e 55 nel quale è prescritto il divieto di far crescere, lungo i tracciati delle ferrovie, piante o siepi, che possono interferire con la sede ferroviaria e che i terreni adiacenti alle stesse linee ferroviarie non possano essere destinati a bosco ad una distanza minore di metri cinquanta dalla più vicina rotaia.

Ordinanza Sindacale n. 19/2020
Allegato 631.00 KB formato pdf
Scarica