Regione Lombardia

Emergenza coronavirus - aggiornamenti del Sindaco al 5/11/2020

Pubblicato il 6 novembre 2020 • Comune , Comunicati Stampa , Emergenza

ATS ad oggi 5.11.2020 segnala un continuo peggioramento della situazione: nel nostro Comune si rilevano 154 casi di positività di cui 8 ospedalizzati. Nessun decesso fortunatamente.

A seguire esposizione delle principali norme comportamentali indicate nel nuovo DPCM e contestualmente vi indichiamo le opzioni di “ via libera “ per alcuni dei servizi importanti:

I CIMITERI rimangono aperti;

L’ISOLA ECOLOGICA rimane aperta, secondo le modalità già in essere;

I MERCATI del martedi e del sabato si tengono con regolarità limitatamente ai banchi di prodotti alimentari;

Si raccomanda di evitare il più possibile tutte quelle situazioni che espongono ad un maggiore rischio di contagio e di attenersi alle normative con comportamenti di rispetto e buon senso civico.

Solo un atteggiamento di questo tipo può aiutarci a combattere questa maledetta pandemia.

Se aiuti te stesso aiuti anche gli altri e solo così ce la faremo…

Grazie per l’attenzione e buona serata.
Antonio Fusè

Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020

in vigore dal 6 novembre 2020 fino al 3 dicembre 2020

MISURE PER LE AREE CON SCENARIO DI MASSIMA GRAVITÀ E LIVELLO DI RISCHIO ALTO (zone rosse)

***

LIMITE AGLI SPOSTAMENTI

È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori con un livello di rischio alto, e all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;

SOSPENSIONE ATTIVITA' COMMERCIALI AL DETTAGLIO E MERCATI

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività. Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie, parrucchieri e barbieri.

BAR E RISTORANTI

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale a condizione che vengano rispettati i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienicosanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, e fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

SPORT

Sono vietate le attività sportive, anche svolte nei centri sportivi all’aperto. Sono spese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali.

È consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie; è consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto ed in forma individuale.

EVENTI, SPETTACOLI E LUOGHI DELLA CULTURA

Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto, e le attività delle sale da ballo, discoteche e locali assimilati all’aperto e al chiuso.

Sono sospese le mostre i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri luoghi della cultura ivi comprese le biblioteche.

SCUOLA: IN PRESENZA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Le lezioni scolastiche si svolgeranno in presenza solo per i nidi, le scuole di infanzia, le scuole primarie, e le classi prime delle scuole secondarie di primo grado.

Le scuole secondarie di secondo grado, le classi seconde e terze delle scuole secondarie di primo grado dovranno svolgere le lezioni solo a distanza.

UFFICI PUBBLICI

I datori di lavoro pubblici devono limitare la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente tale presenza, anche in ragione della gestione dell’emergenza.

Gli uffici comunali funzioneranno quindi regolarmente e riceveranno in presenza per le attività suddette esclusivamente previa prenotazione telefonica di un appuntamento.

 

Consulta il testo completo del DPCM 3/11/2020